Come Fare i Capelli Ricci

Risulta essere ormai risaputo, nessuno è mai davvero contento del colore o della forma dei propri capelli. C’è chi è bruna e vorrebbe essere bionda o chi è liscia e vorrebbe essere riccia. Ma c’è anche chi, desidera solo cambiare, almeno una o due volte l’anno. Per chi ha i capelli molto lisci e desidera delle onde morbide e voluminose, o semplicemente per chi pur essendo già riccia, intende modellare ulteriormente la piega, conferendo più definizione, è possibile farlo con diverse tecniche. Tra queste le più diffuse sono i tradizionali bigodini, che grazie al calore del phon, consentono una messa in piega immediata anche se il risultato non ha lunga durata, e che possono anche essere sostituiti da strumenti come questi bigodini termici segnalati su questo sito, l’arricciacapelli, con cui avvolgere le ciocche e, dopo qualche secondo, esercitando pressione, si trasformano in onde, )la permanente, da fare esclusivamente nel salone del parrucchiere, per ottenere un risultato più duraturo.

Nel primo caso, i vantaggi sono relativi ai costi e alla praticità. I bigodini, ci permettono con una spesa minima, di fare una messa in piega direttamente a casa propria evitando di sborsare altri quattrini dal parrucchiere. Dopo aver fatto lo shampoo e aver asciugato i capelli, lasciandoli leggermente umidi, basta dividere la testa in sezioni, e avvolgere ogni singola ciocca intorno al nostro cilindro, fermandola con dei becchi di cicogna o degli elastici, che spesso sono incorporati sullo stesso bigodino. Avvolgiamo la testa con un panno caldo umido per almeno mezz’ora per poi finire l’asciugatura con il phon ben caldo. I bigodini vanno tenuti sù per altre due ore, dopo aver nebulizzato un pò di lacca fissante. Una volta rimossi, avremo ricci piuttosto definiti che potranno essere scolpiti ulteriormente con una pasta o un gel modellante. Per chi desidera velocizzare i tempi, in commercio esistono anche i bigodini termici che catturano più agevolmente il calore, e ci consentono di mettere in piega la chioma con più rapidità.

Per quanto riguarda l’arricciacapelli, bisogna fare un lavoro certosino, aiutandosi con le pinzette. Cerchiamo di selezionare le ciocche, prelevando ogni volta la stessa quantità di capelli per ottenere ricci della stessa grandezza. Prima di avvolgerli nel ferro, è consigliabile applicare un prodotto per facilitare lo styling e che protegga il capello dalle alte temperature. L’arricciacapelli, con il suo calore rompe i legami chimici che sono responsabili della forma singolare del capello, donandoci dei ricci definiti e scolpiti.
Cercate di utilzzare il ferro con molta parsimonia poichè, a lungo andare, il capello tende a sfibrarsi e seccarsi. In questi casi, utilizzate sempre il balsamo e la maschera nutriente.

Per chi desidera cambiare totalmente look e ottenere una chioma decisamente più voluminosa e movimentata, l’unica soluzione è la permanente che dà risultati molto più duraturi. Ma ricordate, che questa tecnica non può essere realizzata con metodi casalinghi, come nel caso della semplice messa in piega con bigodini. I motivi? Dopo aver applicato i bigodini, il parrucchiere, applica delle sostanze chimiche in grado di alzare le cuticole del capello, arrivando sino alla sua anima per rompere i solidi legami molecolari, che conferiscono allo stesso la sua particolare forma. Quando questa resina fa effetto, l’esperto applica il neutralizzatore per annullare la forma precedente e ristabilire quella conferita dal bigodino. Essendo un procedimento chimico e invasivo, bisogna ripeterlo a distanza di mesi, soprattutto se abbinato ad altri tipi di trattamenti come ad esempio le tinture. I capelli infatti, se eccessivamente manipolati e trattati, tendono a stressarsi e a rovinarsi velocemente.

Come Pulire una Roulette

Se a casa possedete una bella roulette e vi divertite a giocare con gli amici, dovete però averne anche cura. Come ogni oggetto, infatti, anche questo richiede una manutenzione particolare e personalizzata, in modo che possa durare a lungo e si conservi nel miglior modo possibile. In questa guida vi spiego come procedere.

Per pulire e eseguire la manutenzione della parte girevole, procedi in questo modo: estrai la parte interessata sollevandola dal perno di appoggio. Pulisci con un panno morbido tutta la sua superficie, sia interna che esterna, strofinandola bene sempre nello stesso verso per evitare antiestetici aloni. Non usare solventi, perchè le scritte dei numeri potrebbero sbiadirsi o rovinarsi, ma solo eventualmente acqua non calcarea.

Ora occupati del perno girevole. Questa parte è molto importante, perchè garantisce tutto il movimento della roulette stessa. Dopo che hai tolto la parte girevole, lubrificalo con un panno intriso di olio di vaselina finissimo, andando a toccare tutte le sue componenti. Passa se necessario una seconda mano di olio, quindi togli la vaselina in eccesso con un altro panno molto assorbente e lascia asciugare all’ aria.

L’ ultima componente è il tappetino verde. Non lavarlo mai in acqua calda e con detersivi, perchè le scritte si danneggerebbero irrimediabilmente. Dopo avere tolto peli e polvere utilizzando uno strumento come questi aspirabriciole, puoi decidere se portarlo in lavanderia per un lavaggio a secco o provvedere tu, immergendolo in acqua fredda e un pò di sapone liquido di marsiglia per qualche minuto. Risciacqua bene senza strizzare e fai asciugare all’ aria.

Calcolare l’Indice di Massa Corporea

Il sovrappeso è una condizione comune, si tratta di un intervallo di valori che riguardano peso e circonferenze di vari distretti corporei in cui bisogna fare molta attenzione per evitare che aumentino ulteriormente.

Il classico metodo per capire in che ambito si colloca il nostro peso corporeo è il calcolo del BMI (Indice di Massa Corporea): devi moltiplicare la tua altezza per se stessa (esempio 170 per 170 nel caso tu sia alto/a 1 metro e 70 centimetri). Quindi scrivi sulla calcolatrice il tuo peso (es. 70 chili) e dividilo per il risultano del primo calcolo.

Esistono numerosi siti che eseguono il calcolo automaticamente, devi solo inserire valore di altezza e peso. Un valore tra 18,5 e 25 è quello ottimale, mentre tra 25 e 30 sei già nell’ambito del sovrappeso. Tuttavia, questo metodo non è molto affidabile, in quanto non tiene conto di due parametri fondamentali: sei sei un uomo o una donna, e la tua costituzione fisica (ossa robuste o scheletro gracile).

Affidati a due metodi molto più attendibili, il primo è quello della circonferenza addominale. Prendi un centimetro da sarta classico, fallo scorrere a circa metà schiena e posizionalo laddove tende ad andare spontaneamente, quindi valuta la circonferenza misurata: nella donne non deve superare 80, mentre nell’uomo non deve eccede oltre i 94 centimetri.

Un’altra soluzione è quella di utilizzare una bilancia che abbia questa funzionalità. Per dettagli è possibile fare riferimento a questo sito sulla bilancia pesapersone.

Un altro metodo affidabile è la valutazione delle pliche, con il pollice e l’indice della mano cerca di pizzicare una plica sul fianco all’altezza dell’ombelico: nei soggetti con peso ottimale questa plica è piuttosto scarsa o si riesce a pizzicare appena. Con lo stesso centimetro misura la circonferenza del braccio che usi meno (se utilizzi prevalentemente la mano destra, del sinistro): valori ottimali sono di 25-28 centimetri nell’uomo e 23-25 centimetri nella donna.

Come Stirare in Modo Veloce

Certamente dopo una giornata di lavoro divisa tra figli, ufficio e marito, non è certamente una cosa piacevole rientrare a casa e trovare una valanga di biancheria da stirare, la settimana scorsa non ci siamo riuscite a smaltirla, ma questa settimana non possiamo di certo saltare nuovamente di stirare, tra l’altro c’è qualche indumento che sia a me che ai ragazzi serve quindi rimbocchiamoci le maniche e armiamoci di buona volontà per stirare.

Volevamo darti qualche piccolo suggerimento per facilitare il tuo compito ed anche sveltirlo.

La cosa principale è di posizionare la biancheria in maniera corretta sulle corde, ricorda le pinze vanno mese sempre le ascelle.

Quando rientri la biancheria dal tuo balcone, dato che trascorerrano dei giorni prima che tu possa stirarla, ti raccomando di piegarla per bene e non appollottolarla come facciamo di solito per la fretta.

Mentre stiri cerca di appiattire il tessuto con le mani con la tua sinistra, con la destra fai scorrere il tuo ferro da stiro.

Ricordati che l’appretto va spruzzato sempre sul rovescio degli indumenti.

Non passare mai il tuo  ferro da stiro sui bottoni.

Quando stiri delle camicie o abiti di seta ricordati di farlo al rovescio.

Anche gli abiti scuri vanno stirati al rovescio.

Le tshirty dei tuoi ragazzi con i disegni plastificati, bisogna stirarli  con il ferro da stiro a temperatura tiepida e al rovescio.

In questa guida abbiamo parlato di ferro da stiro, oggi però sono disponibili anche le presse, che sono ancora più veloci. Per informazioni dettagliate è possibile vedere questo sito sulla pressa da stiro. Bisogna comunque dire che i prezzi sono ancora piuttosto elevati.

Conservare il Basilico in Interno

Durante la stagione più fredda è più difficile avere a disposizione le erbe aromatiche di cui si fa spesso molto uso in estate.

Basilico, salvia e prezzemolo sono solo alcune delle piantine che, generalmente, abbelliscono il nostro balcone e insaporiscono i nostri piatti ma che, purtroppo, durante l’inverno perdono tutte le loro foglioline obbligandoci a procurarci i preparati del supermercato.

Per ovviare al problema, ecco un paio di modi per conservare queste erbe aromatiche, così da poterle gustare durante tutto l’inverno.

Il primo è sicuramente quello dell’intruglio aromatico: prendete le foglie, le lavate bene e le tritate molto finemente; riponete il tutto in piccoli sacchettini dentro in frigo e scongelateli al momento dell’utilizzo.

Il secondo, un po’ più elaborato, invece, è quello delle foglie ghiacciate: con questo sistema, prendete due o tre foglie a testa dell’erba aromatica che avete scelto, posizionatele all’interno del blister per preparare i cubetti di ghiaccio e ricopritele di acqua, posizionate in frigo e attendete fino a quando non si saranno formati dei cubetti di ghiaccio contenenti le foglie di erbe aromatiche. In questo modo avrete a disposizione la foglia intera, più facile da togliere in un secondo momento, eventualmente.

Scroll To Top