Come Eseguire Posa di Lastricati di Pietre Permeabili

In questa guida vedremo come eseguire la posa di lastricati di pietre permeabili per la protezione ambientale. Prima di tutto bisogna dire che questo lavoro non è per niente facile da eseguire ma con questa guida potrai riuscirci senza troppi problemi.

Se le terrazze o i viali dei giardini sono lastricati in modo convenzionale, l’acqua piovana scorre di regola attraverso il lieve dislivello delle superfici trattate, fino al prato o alle aiuole del giardino, dove si infiltra lentamente. Nell’area di accesso al garage o nelle piazzuole di parcheggio l’infiltrazione ai bordi del lastricato non è quasi mai possibile.

Qui devono essere previsti due punti di drenaggio che conducono quindi l’acqua piovana nei canali. Un’infiltrazione di questo tipo su grandi superfici interviene in modo considerevole sull’equilibrio idrico domestico, poichè la falda acquifera può calare. L’utilizzo di materiale da lastricato adatto rappresenta in molti casi un rimedio.

Da una parte offre la necessaria stabilità e dall’altra lascia filtrare l’acqua delle precipitazioni. In questo modo si impedisce l’infiltrazione nelle superfici. Le pietre di calcestruzzo mostrate in questa pagina, ad esempio, possiedono un sistema di canalizzazione brevettato. Il lavoro è terminato.

Come Eseguire la Piastrellatura delle Pareti a Mosaico

In questa guida vedremo come eseguire la piastrellatura delle pareti a mosaico. Le piastrelle a mosaico possono essere usate per rivestire sia il pavimento sia le pareti di una stanza. Sono per lo più in ceramica, nonostante si stiano diffondendo anche quelle in vetro e in marmo di piccole dimensioni.

Predisporre il pavimento per la piastrellatura e procedere disponendo le tessere di dimensioni maggiori. Regolare il punto di partenza in modo da ridurre al minimo i tagli di piastrelle necessari; per far ciò puoi allargare o comprimere le fughe. Sezionare le lastre di piastrelle tagliandole dalla parte posteriore. Lavorare di volta in volta, solo su un quarto della superficie complessiva.

Per mantenere allineate le piastrelle, tracciare sul pavimento una griglia, che vi servirà da riferimento costante per stabilire dove dovrà cominciare e terminare ogni lastra di piastrelle. Applicare l’adesivo con una cazzuola dentata da 6 millimetri. L’adesivo per pavimenti a mosaico deve essere leggermente più secco di quello usato per le piastrelle più grandi. E’ infatti molto facile che le singole piastrelle affondino nell’adesivo morbido.

Collocare le piastrelle nella griglia disegnata sul pavimento. Inserire le piastrelle pressando con un pezzetto di legno piatto. Riallineare eventuali piastrelle disallineate. Stare attenti a non ritrovarti chiuso in un angolo. Preparare i fogli destinati ai bordi mentre procedi: potresti avere difficoltà ad applicarli una volta completata una parte considerevole della piastrellatura.

Come Eseguire Pavimentazione a Secco

I modi per poter pavimentare una stradina, o un sentiero, possono essere tanti, ma uno dei più belli e particolari è quella a secco, dove vengono utilizzati dei mattoni. Con questa guida potrai imparare ad eseguire questa operazione con le tue stesse mani.

La prima operazione che dovrai eseguire per realizzare la pavimentazione a secco, sarà di cominciare posando i mattoni secondo il disegno che tu stesso dovrai scegliere, per esempio potrai realizzarlo a scacchiera, sistemandoli con cura uno a contatto dell’altro. A questo punto, sistema i mattoni assestandoli bene nel terreno, ma fai attenzione a non esercitare eccessiva pressione per non alterare il livello del letto di sabbia.

Una volta che avrai eseguito questa operazione, tieni presente che se un mattone penetra eccessivamente, dovrai toglierlo, aggiungere altra sabbia e quindi posalo nuovamente a livello. A questo punto, livella i mattoni che vai mettendo, battendoli con un mazzuolo su una robusta tavola di legno. Quindi controlla il risultato con una livella a bolla.

Per eseguire al meglio questa fase, dovrai appoggiare la livella su una tavola e controlla che il sentiero sia ben assestato e che abbia la corretta inclinazione laterale per permettere all’acqua piovana di scorrere via. Una volta terminato, con una scopa a setole morbide, passa della sabbia sulla superficie del sentiero, per riempire gli spazi tra i blocchetti.

Come Dipingere Mobili di Legno

Molto spesso accade che nelle soffitte, nelle cantine, nei ripostigli, si accumulino, assieme ad un enorme quantità di oggetti di vario tipo, anche mobili, lì riposti dopo l’uso, in attesa di essere smaltiti; di norma si tratta di oggetti ancora in buono stato di conservazione, che possono quindi diventare l’occasione giusta per cimentarsi in una attività di restauro e di decorazione. Questa guida spiegherà come recuperare un vecchio mobile abbandonato per poterlo riutilizzare.

Come prima operazione è necessario provvedere alla pulizia della superficie da dipingere, rimuovendo accuratamente la polvere e qualsiasi altra traccia di sporcizia che sicuramente si sarà depositata durante il periodo di disuso del mobile; si tratta inoltre di un ottimo metodo per controllare che il legno sia in buono stato di conservazione, accertandosi soprattutto con non sia presente il degrado dovuto alla presenza di tarli.

Proteggere con un telo plastificato la superficie di lavoro e cominciare a stendere su tutta la superficie che si intende poi dipingere uno strato omogeneo e ben tirato di cementite, applicandola con il pennello, e avendo cura di evitare strati troppo spessi o accumuli di prodotto (che risulterebbero poi visibili compromettendo il risultato finale). Lasciare asciugare prima di procedere.

Una volta controllato che la cementite si sia perfettamente asciugata, e abbia quindi creato una base ottimale per permettere al successivo strato di colore di aderire meglio, è possibile cominciare a dipindere. Diluire il colore a smalto avendo cura di mescolare bene, e cominciare a stenderlo con il pennello, scaricandolo dopo averlo intinto; è bene che le pennellate seguano il più possibile la stessa direzione e che lo strato di colore sia il meno spesso possibile, per evitare gocciolature soprattutto lungo le superfici verticali o inclinate.

Il tempo di asciugatura di un colore a smalto è di almeno 24 ore; potrebbe essere necessario anche un tempo maggiore soprattutto se l’ambiente in cui si trova il mobile è particolarmente umido. In ogni caso è sempre necessario attendere fino ad una completa asciugatura per procedere con la stesura di un secondo strato di colore! Dipingere su uno strato di colore ancora umido non solo risulterebbe particolarmente difficile, ma compromettere l’effetto finale.

Come Dipingere un Comodino con un Orsetto

Un tocco di tenerezza e fantasia per la stanza dei nostri bambini non guasta mai. Realizzare il comodino con un dolce orsetto, risulterà un lavoro molto divertente e facile grazie alla guida che ti spiega passo dopo passo come svolgere il lavoro. La difficoltà è media ed il costo dei materiali per la realizzazione è abbastanza ristretto.

Inizia col carteggiare leggermente il comodino e con un panno umido raccogli i residui della polvere, in secondo momento con un pennello piatto stendi la vernice di fondo trasparente. Stendi su tutto il comodino il colore acrilico beige rosato, in modo non uniforme.Posiziona la carte grafite e la carta da lucido. Utilizzando lo stilo, trasferisci il cartamodello sulla superficie grazie all’utilizzo della carta grafite.

Inizia a dipingere il corpo dell’orsetto. Utilizzando il colore acrilico terra di Siena e beige andando a picchiettare contemporaneamente piccole zone di colore.Prosegui il lavoro dipingendo rispettivamente il vestitino, le scarpette ed il cappello con il colore rosa.Procedi stendendo uno strato di colore nelle zone già dipinte precedentemente e crea delle ombreggiature su tutto il corpo dell’orsetto del suo vestitino.

Lumeggia il corpo dell’orsetto ed il musetto con il colore acrilico bianco, dipingendo anche le rispettive guance rosa.Con il pennello tondo aggiungi tanti piccolo pois bianchi sul cappelloe aggiungi ulteriori dettagli come i fiocchi sulle scarpe ed il fiocchetto della maglia.Infine rifinisci tutto il lavoro con una passata di vernice finale opaca spray a solvente per proteggere il lavoro e poterlo finalmente collocare.

Scroll To Top