Come Truccare gli Occhi

Gli occhi rappresentano uno dei punti di maggior appeal per il nostro viso. Truccare gli occhi bene, significa valorizzarli riducendo le eventuali irregolarità.

Il trucco degli occhi è anche più importante di quello delle labbra, perchè aiuta ad avere un viso più curato, e anche a nascondere la stanchezza valorizzando il nostro sguardo.

Come truccare gli occhi?

Per truccare gli occhi come si deve, bisogna esaminarli bene considerando di che colore sono, che grandezza hanno, ed anche qual’è l’occasione per la quale dobbiamo truccarci. Questo vuol dire che se dobbiamo uscire di sera possiamo truccare gli occhi con dei colori più marcati mentre durante il giorno è meglio non mettere tinte troppo forti ma più sfumate.

Per truccare gli occhi servono:

Gli Ombretti
La Matita e/o eyeliner
Il Mascara
Il Primer occhi

Gli ombretti possono essere applicati con le dita o anche con un pennello. Di norma per truccare gli occhi verdi vanno bene i colori come il blu, il beige o anche i colori più caldi come può essete dorato, il marrone scuro e le tinte di viola, che risaltano molto bene il verde.
Per truccare gli occhi marroni è consigliabile utilizzare i colori più caldi come il bronzo, il dorato, l’ambra, o il marrone.
Per truccare gli occhi azzurri sono consigliabili colori più chiari come il rosa ma anche il grigio e nero per dare uno sguardo più intenso.

Il Primer occhi serve per mantenere per più tempo l’ombretto, in quanto senza questo, il trucco tenderebbe a rovinarsi in poco tempo. Anche per il primer lo si può utilizzare con le dita o anche con un pennello per correttore.

La Matita e l’Eyeliner si possono sfumare sia sulla palpebra che all’interno dell’occhio per dare uno sguardo più intenso.
Se sono occhi molto piccoli, bisogna evitare la matita nera e prediligere quella bianca che tende ad ingrandire un pò l’occhio.
L’eyeliner bisogna applicarlo partendo dall’interno dell’occhio allungando verso l’esterno.
Risulta essere da evitare per gli occhi molto grandi.

Il Mascara offre agli occhi un trucco perfetto in quanto rende le ciglia più scure, più lunghe e più folte.

Questi sono gli accorgimenti di base per truccare gli occhi bene.

Cosa Vedere a Katmandu

Kathmandu è una città affascinante, misteriosa, bella, di cui ne hanno parlato esploratori, mercanti, e viaggiatori. Sicuramente fare un viaggio a Katmandu, non è un tipo di vacanza molto comune, ma visitare questa destinazione è uno di quei viaggi che vi lascerà qualcosa dentro.

Katmandu rappresenta la capitale del Nepal; è la città più più grande e più importante di tutto il Paese, che ha origini antichissime fino al XVII secolo, particolarmente ricca di templi induisti; per questo è una città molto religiosa, dove è possibile svolgere molte attività.

Cosa vedere quando si viene a fare un viaggio a Katmandu?Le cose principali da vedere quando si viene a fare un viaggio a Katmandu, sono i templi hindu che sono disseminati in tutto il territorio. Fra i tanti templi quello più conosciuto è il tempio di Pashupatinath, posto sulle rive del fiume sacaro Bagmati, dove nella stessa area si trovano anche tanti altri luoghi sacri buddhisti, fra cui spicca il tempio Swayambhunath, conosciuto come il Tempio delle Scimmie; altro tempio da visitare è quello di Bodnath che si trova nella zona orientale della città.

Da vistare anche il centro storico, che in passato venne danneggiato da alcuni terremoti. Uno dei quartieri più belli da visitare è il quartiere di Thamel, caratterizzato da delle piccole strade particolarmente trafficate da tipici veicoli a pedali, e dove sorgono la maggior parte degli alberghi.

Il clima di Katmandu è influenzato dal ciclo dei monsoni. La stagione invernale dura poco e non è tanto fredda.
Attorno alla città sono presenti tante vette innevate, anche se in pianure il clima è abbastanza mite.
La stagione migliore per visitare il paese, è quando finsice la stagione dei monsoni, e questa si caratterizza da belle giornate e temperature miti.

Come Stirare in Modo Veloce

Certamente dopo una giornata di lavoro divisa tra figli, ufficio e marito, non è certamente una cosa piacevole rientrare a casa e trovare una valanga di biancheria da stirare, la settimana scorsa non ci siamo riuscite a smaltirla, ma questa settimana non possiamo di certo saltare nuovamente di stirare, tra l’altro c’è qualche indumento che sia a me che ai ragazzi serve quindi rimbocchiamoci le maniche e armiamoci di buona volontà per stirare.

Volevamo darti qualche piccolo suggerimento per facilitare il tuo compito ed anche sveltirlo.

La cosa principale è di posizionare la biancheria in maniera corretta sulle corde, ricorda le pinze vanno mese sempre le ascelle.

Quando rientri la biancheria dal tuo balcone, dato che trascorerrano dei giorni prima che tu possa stirarla, ti raccomando di piegarla per bene e non appollottolarla come facciamo di solito per la fretta.

Mentre stiri cerca di appiattire il tessuto con le mani con la tua sinistra, con la destra fai scorrere il tuo ferro da stiro.

Ricordati che l’appretto va spruzzato sempre sul rovescio degli indumenti.

Non passare mai il tuo  ferro da stiro sui bottoni.

Quando stiri delle camicie o abiti di seta ricordati di farlo al rovescio.

Anche gli abiti scuri vanno stirati al rovescio.

Le tshirty dei tuoi ragazzi con i disegni plastificati, bisogna stirarli  con il ferro da stiro a temperatura tiepida e al rovescio.

In questa guida abbiamo parlato di ferro da stiro, oggi però sono disponibili anche le presse, che sono ancora più veloci. Per informazioni dettagliate è possibile vedere questo sito sulla pressa da stiro. Bisogna comunque dire che i prezzi sono ancora piuttosto elevati.

Come Verniciare una Bici

Adoro la mia vecchia bicicletta, non riesco proprio a mandarla in pensione, troppe avventure insieme, troppe catene cadute e troppe forature per abbandonarla al suo destino, ma a dirla tutta ha proprio bisogno di una bella sistemata. Allora vediamo come verniciare la bicicletta in poche semplici mosse.

Per verniciare la bicicletta dobbiamo procurarci l’occorrente necessario, armarci di molta pazienza, e seguire passo-passo le fasi di lavorazione sotto:

– Naturalmente per verniciare la bicicletta dobbiamo procuraci la bicicletta.
– Un grosso pezzo di cartone
– Almeno due bombolette spray per biciclette
– Uno sgrassatore specifico per biciclette
– Carta vetrata di diversi spessori
– ferri come brugole e chiavi inglesi di diverse misure
– Acquaragia “a go go”
– un compressore (se possibile)
– sacchi di plastica
– L’immancabile nastro adesivo di carta
Iniziamo a verniciare la bicicletta:

Il luogo ideale per effettuare questa operazione è naturalmente il Box di casa, ma vanno anche bene la cantina o il cortile del condominio, unica costante per poter verniciare la bicicletta nel migliore modo è quello che il luogo non deve essere troppo polveroso. Stendiamo per terra il cartone che ci siamo procurati, posizioniamo sopra la nostra bicicletta, rigiriamola appoggiandola dalla parte del manubrio e della sella.

Aiutandoci con le brugole e le chiavi inglesi smontiamo le ruote, i parafanghi e la sella, facciamo attenzione quando smontiamo queste parti per il successivo rimontaggio.

Iniziamo a togliere ogni adesivo presente sulla bici, se non dovessero venire via possiamo aiutarci con il calore di un asciugacapelli, poi puliamo le parti da riverniciare con lo sgrassatore per biciclette. Con la carta vetrata più spessa rimuoviamo la vernice dal telaio (un lavoraccio), poi ripassiamo il telaio con la carta vetro a grana sottile, l’effetto che vogliamo ottenere è un telaio il più liscio possibile, puliamo il tutto con una passata di acqua ragia, per rimuovere ogni traccia di polvere utilizziamo l’aria del compressore.

Applichiamo i sacchetti di plastica sul manubrio, sui pedali e su tutte le zone che non saranno verniciate, quindi ricopriamo ogni parte con il nastro adesivo di carta.

Siamo arrivati al momento più delicato di tutta la nostra “sfida” per verniciare la bicicletta, agitiamo per un paio di minuti la bomboletta spray del colore che abbiamo scelto, cominciamo a spruzzare in modo omogeneo sulle parti da verniciare, tenendoci a una distanza di circa 25 cm.

Facciamo asciugare la bicicletta per un giorno intero, togliamo il nastro adesivo e i sacchetti dalle parti che avevamo protetto, ora non rimane che assemblare i pezzi smontati.

Cosa Vedere a Washington

Washington è una delle città più importanti al mondo, soprattutto fra le più influenti nella vita politica mondiale, in quanto è la capitale degli Stati Uniti d’America.

Ha una popolazione di più di 6.000.000 di abitanti, e la troviamo sulla costa orientale degli Stati Uniti, circa a 50 km dal mare, vicino al Maryland.

A Washington si trovano i principali uffici del governo, fra cui la Casa Bianca, il Congresso, e la Corte Suprema. La Casa Bianca è un po’ il simbolo di questa città, che si trova al centro di un parco e qui abita il Presidente con la sua famiglia. La Casa Bianca è possibile anche visitarla con delle guide, solo però in alcune stanze, e lo si può fare anche gratuitamente.
Nella Casa Bianca vengono anche ospitati e ricevuti i capi di stato, e i vari rappresentanti politici.

Washington ovviamente non è solo la Casa Bianca, ma ci sono anche tante altre cose che si possono visitare, come la National Mall, ovvero una zona molto grande dove si trovano i più importanti musei della città. Questi sono il National Air and Space Museum, il Museum of Natural History, il National Museum of American History, il Smithsonian Museum e la National Gallery, un museo bellissimo considerato uno dei simboli della città, e uno dei musei più belli di tutti gli Stati Uniti.

Altre attrazioni della città, sono il Lincoln Memorial, il Vietnam, Veterans Memorial e il Franklin Delano Roosevelt Memorial.

Essendo una città molto grande, è molto caotica e per questo i mezzi pubblici sono molto efficienti. Ci sono tantissimi taxi e anche diversi pullman.

Per visitare Washington, la stagione consigliata è quella primaverile, o anche a partire da settembre fino a novembre.

Washington presenta anche una vita notturna particolarmente intensa; sono presenti attrazioni per tutti i gusti, fra cui non possono mancare i cinema, i teatri, e molte discoteche.

Scroll To Top