Come Rimessare il Canotto a Fine Estate

Ancora non è il momento, ma quando l’estate finirà il tuo canotto dovrà affrontare l’inverno ed essere pronto per la prossima stagione. Avrà quindi bisogno di particolari cure per preservarlo e durare nel tempo ed evitare spese extra per eventuali dimenticanze o trascuratezza da parte tua. Leggi la guida e avrai utili informazioni per operare al meglio.

Il canotto che delizia, bello da vedere e da usare, mezzo sicuro e veloce che ti consente di passare splendide giornate al mare, ma come tutte le cose che sono a contatto con l’acqua marina ha bisogno di particolari attenzioni, specialmente quando dopo l’uso devono essere accantonate per alcuni mesi. E l’acqua di mare, si sa, e molto corrosiva e ossidante. Quindi anche il tuo gommone deve essere trattato bene, ti spiego le cose importanti da fare.

Prima di tutto procurati il necessario: una pompa con acqua corrente, uno shampoo specifico per canotti, in alternativa usa sapone neutro non aggressivo, una spugna per lavare, un panno o pelle di daino, una cera protettiva da dare a fine lavaggio. Se il canotto lo tieni sul carrello, fai in modo che sia sollevato di prua, svuotalo completamente da tutti gli oggetti, anche i cassoni porta giubbini, togli i tappi ed inizia a pulirlo con un getto forte dell’acqua, internamente, tra l’appoggio del tubolare al pagliolato o la vetroresina.

Ora con la spugna e lo shampoo pulisci bene tutta la parte gommata, facendo attenzione ad non usare una spugna troppo abrasiva, se il gommone ha la chiglia in vetroresina, osserva attentamente che non vi siano formati i “denti di cane”, piccoli molluschi che si attaccano alle chiglie quando stazionano troppo nei porti e provocando più attrito in navigazione, limitano le prestazioni del mezzo. Usa una spugna più abrasiva e passando la mano vedi che sia tutto liscio, altrimenti ripeti l’operazione. Se la chiglia presenta tracce di catrame, eliminale sfregando con un panno e benzina.

Quando hai terminato con la pulizia, asciuga tutto per bene, con un panno pulito dai la cera per canotti e gommoni, sui tubolari e le parti gommate, come spiegato su Canotti.net. Controlla che non vi siano parti ossidate specialmente nelle viti dei golfari, nel caso elimina l’ossido o meglio sostituisci le viti. Se il gommone è dotato di batteria per la messa in moto, staccane i morsetti, pulisci e spalma del grasso.

Ricordati che il peggiore nemico del tuo canotto è l’esposizione prolungata al sole molto caldo, perciò se puoi tienilo sempre all’ombra e sgonfia leggermente i tubolari. Adesso, sistemati le funi, vedi che non siano logore, mettile a bagno in acqua dolce, cosi fai anche per i giubbini e salvagente e poi fai asciugare all’ombra. Apri le valvole di gonfiaggio, pulisci e lubrifica. In linea di massima hai fatto tutto, il caro gommone è a posto per la prossima stagione.

Come Ricava una Borsa da un Ombrello

Quante volte durante l’inverno siete costretti ad uscire nonostante piova a dirotto? Spesso questo significa rompere il vostro ombrello che non riuscirà a reggere alle folate di vento. E’ però possibile riciclare quello che la pioggia intensa ha danneggiato ricavandone un’utile borsetta.

Occorrente
Ombrello rotto classico
Ago e filo
Forbici
Ferro da stiro

Prendete l’ombrello. In questo caso necessitate di un modello classico, non di quelli piccoli da borsetta. Sfilate il fermo che ne costituisce la punta. Adesso, socchiudendo l’ombrello, rimuovete dapprima i gommini neri posti alla fine di ogni nervatura del telaio e successivamente con delle forbici rimuovete i fili che legano la tela alle suddette nervature.

Divincolata la tela dal telaio lavatela e stiratela usando basse temperature. Adesso piegate a metà la tela e ritagliatela in maniera da ottenere un quadrato allungato su un lato (corpo della borsa e bretella). Abbiate cura di ritagliare contemporaneamente i due lati della tela che avete sovrapposto in maniera da ottenere misure uguali per entrambi i lati.

Cucite adesso i due lembi del corpo della borsa. Potete cucire anche le due estremità della bretella. Adesso è necessario rigirare la borsa ottenuta in maniera che le cuciture non siano visibili dall’esterno. Avrete così ottenuto una comoda borsa impermeabile. Potete arricchire la borsa applicando al suo interno gancetti, chiusure a pressione fissabili con la cucitura o bioadesivo.

Come Realizzare Tavolino da Party

Il tavolino da party può rappresentare una soluzione originale per cene fredde o sul barbecue. Può essere ricavato da un pezzo di tronco di quercia reperibile in una segheria. La corteccia però deve essere ben solida; la sezione potrà essere anche di tronco curvo.

I tre o quattro piedi devono essere ricavati da legno duro, possono avere una sezione esagonale, rastremata conicamente nella parte in basso. Poiché non sarà possibile costruire un’intelaiatura si sostegno, né forare il piano, i piedi vanno incuneati in maniera invisibile, ricavando una mortasa per ogni piede sulla faccia inferiore del piano.

Per fare ciò si praticano dei fori di preparazione con punta elicoidale e si asportano i piedi tra i fori a scalpello a tagliente semitondo. Il sistema più semplice sarebbe usare una punta grossa a centro, ma occorre fare molta attenzione a non dover forare il piano da parte a parte. L’estremità superiore dei piedi dovrà essere sagomata per poter realizzare un tenone, che entrerà a forza nella mortasa.

Sulla faccia superiore del tenone si pratica un intaglio per poter inserire un cuneo di legno duro, della lunghezza dell’intaglio stesso. Quando i piedi sono inseriti nel piano, i cunei penetrano all’interno del legno ed assicurano la solidità dell’unione. Occorre però fare attenzione che le fessure dei cunei risultino trasversali alla direzione delle fibre del legno del piano, altrimenti i piedi agiranno come cunei nei confronti del legno. La sua superficie va piallata e levigata, protetta con vernice apposita e passata tre o quattro volte con vernice trasparente. Sarà sufficiente passare sopra più volte l’olio di lino, fare attenzione però che l’olio no assorbito va rimosso dopo ogni passata.

Migliori Lavatrici da Incasso

Classifica e Recensioni delle migliori Lavatrici da Incasso selezionate dalla nostra redazione per classe energetica, capacità di carico, velocità di centrifuga e prezzo.

Whirlpool AWO/D 612Whirlpool AWO/D 612 è una lavatrice ad incasso moderna ed innovativa. Secondo la nostra opinione è l’elettrodomestico migliore in classifica. Possiede una capacità di carico di 6 kg che la rende abbastanza capiente, rispetto alla maggior parte dei modelli ad incasso presenti in commercio.
Con la centrifuga fino a 120 giri/m è possibile strizzare efficacemente il bucato, senza danneggiare i tessuti. La funzione di lavaggio rapido 30 minuti consente di ottenere buone performance di pulizia, in appena mezzora.
In pochi minuti, il detersivo penetra in profondità nei tessuti, eliminando lo sporco in eccesso. Per questo motivo, questa lavatrice può essere considerata una buona soluzione per tutti coloro che non hanno mai molto tempo da dedicare al bucato ma non vogliono rinunciare ad indossare capi sempre puliti e profumati.
I cicli di lavaggio Eco Cotton 60°C ed Eco Cotton 40°C sono stati appositamente studiati per igienizzare a fondo la biancheria, con un consumo minimo di acqua ed energia elettrica. Questo elettrodomestico ha ottenuto la classificazione energetica A+++, la più alta in classifica, e permette di ridurre i costi in bolletta, facendo un uso moderato ed intelligente di luce e acqua ed evitando gli sprechi.
Il prodotto è disponibile nella versione con struttura bianca e oblò in vetro che gli conferiscono un design classico e pratico.

Smeg LST147-2
A seguire nella classifica troviamo Smeg LST147-2, la lavatrice ad incasso che si può nascondere comodamente anche in cucina. Secondo la nostra recensione, questo elettrodomestico è completo e funzionale, indicato per chi vuole acquistare un prodotto dalle buone prestazioni ma che non occupi troppo spazio in casa.
Infatti la lavatrice ha una grandezza di soli 60 cm e può essere installata all’interno di un mobile con anta, per un effetto a scomparsa totale. Ha una capacità di carico di 7 kg e la centrifuga raggiunge i 1400 giri/m. Presenta un moderno display LED per visualizzare i programmi inseriti e il tempo residuo del ciclo di lavaggio e una pratica manopola per selezionare le impostazioni.
Tra le funzioni principali abbiamo: la partenza differita, per utilizzare la lavatrice anche quando si è fuori casa, la regolazione centrifuga, si può scegliere la velocità a seconda del capo da strizzare, e la regolazione della temperatura, personalizzabile in base alla quantità di sporco presente sugli indumenti.
Si tratta di una buona soluzione per chi vuole avere il bucato sempre pulito, senza però creare inutili sprechi di energia. Infatti questo elettrodomestico ha la classe energetica A++ che indica un consumo ridotto delle fonti energetiche. Inoltre è uno dei prodotti della guida all’acquisto con più sistemi di sicurezza integrati. Grazie alla tecnologia Sicurezza Bambini, è possibile impostare il blocco automatico della lavatrice, evitando pericoli per i più piccoli.
Inoltre è dotato di sistema Acquastop e sistema Antitrabocco che si attivano interrompendo il flusso d’acqua, nel caso in cui ci siano malfunzionamenti al tubo di scarico, prevenendo allagamenti. Per quanto riguarda l’estetica, è tradizionale con struttura bianca e oblò in vetro, con maniglia integrata. Il design è sobrio e lineare per offrire la massima comodità d’uso.

Siemens iQ700 WI14S441EU
Siemens iQ700 WI14S441EU è l’elettrodomestico ad incasso selezionato per chi vuole ottenere elevate prestazioni di lavaggio in poco tempo. Risulta essere dotato di cestello VarioSoft in acciaio inox con una capienza fino a 7 kg.
Al suo interno sono presenti dei trascinatori che garantiscono la penetrazione profonda del detersivo nei tessuti, in modo da eliminare velocemente anche lo sporco più ostinato. La centrifuga ha una potenza fino a 1300 giri/m. Secondo la nostra opinione, uno dei vantaggi principali di questo prodotto è la funzione di lavaggio Speed 15 minuti.
Si tratta di un ciclo di lavaggio completo che dura solo un quarto d’ora ma che è capace di igienizzare efficacemente il bucato. É indicato soprattutto per chi ha necessità di lavare spesso i capi, anche se poco sporchi, come nel caso degli sportivi. Un’altra funzione interessante è la Programmazione di fine lavaggio che permette di impostare anticipatamente i parametri di pulizia del bucato, stabilendo personalmente i tempi.
Attraverso un pratico display Led multifunzione è possibile controllare l’intero processo di lavaggio. Non finisce qui perché grazie al sistema AcquaGenius, la lavatrice riconosce automaticamente la quantità di biancheria presente nel cestello e ottimizza la quantità di acqua ed energia elettrica usata. Questo prodotto è dotato di classe energetica A+ che garantisce consumi ridotti e un funzionamento a basso impatto ambientale.
Presenta due sistemi di sicurezza: il sistema Antischiuma, che rileva la presenza di schiuma, impedendo al bucato di danneggiarsi, e il sistema Acquastop che blocca la fuoriuscita d’acqua, in caso di rischio di allagamento.

Miele WKB120
Miele WKB120 è tra le migliori lavatrici che abbiamo selezionato per la nostra guida all’acquisto. É dotata di cestello a nido d’ape termico, progettato per muovere con delicatezza la biancheria durante il lavaggio e prevenire danni ai tessuti. L’apparecchio ha una capienza di 8 kg e la centrifuga arriva fino a 1600 giri/m.
Una delle innovazioni introdotte da questo elettrodomestico è senza dubbio il sistema CapDosing. Si tratta di capsule monodose di detersivo e additivi da inserire nella vaschetta prima del ciclo di lavaggio. Consentono di ottenere il massimo del pulito, evitando inutili sprechi di detergenti.
Questo prodotto offre elevate prestazioni anche a basse temperature, grazie al motore ProfiEco che assicura cicli silenziosi ed economici. Tutti i programmi di lavaggio possono essere pianificati in anticipo, stabilendo l’orario di partenza e di fine. Questo sistema è indicato per chi sta spesso fuori e ha la necessità di ottimizzare i tempi in casa.
Grazie alla classe energetica A+++, questa lavatrice rientra tra i prodotti che abbiamo selezionato a minor impatto energetico sull’ambiente e con ridotti consumi in bolletta. Il sistema di sicurezza Watercontrol-System consente di bloccare il flusso d’acqua, nel caso di danneggiamenti al prodotto.
Ancora, è disponibile l’opzione di Blocco codice PIN, per impedire ad inquilini o ai più piccoli di accedere alle funzionalità del prodotto. Il design è moderno e intuitivo, con struttura bianca e oblò in vetro con cornice grigia.

Hoover HWB 814DN1-S
Hoover HWB 814DN1-S è un prodotto efficiente e capiente, indicato per soddisfare le esigenze di tutta la famiglia. Possiede una cestello con una capacità di carico pari a 8 kg, ideale anche nei casi di case numerose.
La centrifuga strizza i capi raggiungendo una velocità massima di 1400 giri/m. Oltre ai classici programmi di lavaggio differenziati per tessuti, questo elettrodomestico è dotato di Partenza Ritardata fino a ben 24 ore, in modo da impostare in anticipo i propri cicli di lavaggio e non doversi preoccupare di fare la lavatrice quando si è fuori casa.
Può essere controllato mediante manopola per la selezione dei programmi e della temperatura e di display digitale per visualizzare le informazioni relative al lavaggio in corso. La classe energetica A+ rende questo prodotto una buona soluzione per chi vuole risparmiare e abbattere i costi di luce e acqua.
La struttura è bianca, con sistema a scomparsa totale, e sportello con la maniglia ergonomica bianca. Della stessa azienda segnaliamo anche il modello H-WASH and DRY 500, che è una lavasciuga affidabile ed efficiente, in grado di lavare perfettamente ed efficacemente qualsiasi tipo di macchia, curando le fibre, grazie al nuovo motore Eco-Power di lunga durata.

Bosch Serie | 8 WIS28441EU
Bosch Serie | 8 WIS28441EU è la lavatrice ad incasso silenziosa e semplice da utilizzare. Ha una capacità di carico di 7 kg e una velocità di centrifuga pari a 1300 giri/m. I cicli di lavaggio sono resi silenziosi dal motore innovativo che minimizza le vibrazioni e i rumori, anche durante la centrifuga. L’elettrodomestico è dotato di sistema ActiveWater che rileva automaticamente, mediante sensore presente nel cestello, la quantità di carico presente e stabilisce quanta acqua e corrente elettrica utilizzare.
Il programma AllergyCare, invece, è indicato per chi soffre di allergie e necessità di un’igiene più profonda della biancheria, capace di rimuovere tutti i batteri. La funzione di avvio ritardato va da 12 a 24 ore, in modo da gestire liberamente i lavaggi, anche quando si è fuori casa.
Ancora, il cestello VarioSoft permette lavaggi veloci ma delicati, per proteggere la bellezza e l’Integrità dei tessuti nel tempo. Questo elettrodomestico ha la funzione per i cicli di lavaggio 15 minuti che consente di lavare fino a 2 kg di biancheria in solo un quarto d’ora. Il prodotto ha ottenuto la classificazione energetica A+, grazie alle sue prestazioni combinate di risparmio energetico che abbattono i costi in bolletta.
Inoltre il sistema di sicurezza Acquastop impedisce la fuoriuscita d’acqua e preserva dal pericolo di allagamento. Il design appare tradizionale ma molto funzionale e pratico da usare. La struttura è bianca con cestello e maniglia integrata.

Come Ricavare un Posto per Giocare in Giardino

La programmazione di uno spazio in giardino, da dedicare ai bambini, è di fondamentale importanza per regalare loro un angolo dove poter giocare indisturbati con gli amichetti in tutta sicurezza. Segui i suggerimenti riportati in seguito e farai la felicità dei tuoi bambini.

Nell’organizzare questa area, tieni presente lo spazio a disposizione e le esigenze di gioco dei tuoi bambini in modo da dare la preferenza a questo o ad un altro gioco in base allo spazio a disposizione.
Comincia a guardarti intorno e lì dove c’è un ampio spazio aperto, libero da piante, potrai sistemare un’ altalena o uno scivolo.

Un angolo più riservato potrà servire per un tavolino a misura di bambino per i momenti tranquilli, quando la creatività manuale prende il sopravvento e diventa motivo di crescita, di apprendimento e di svago. Il tavolino potrà servire anche per una merenda all’aperto e, magari, per svolgere gli sgraditi, ma necessari compiti delle vacanze.

Naturalmente non si dovrà trascurare, se lo spazio lo permette, una zona da destinare ai giochi di sabbia e di acqua.
Valuta quindi la possibilità di sistemare una piccola piscina fuori terra, in uno spazio pianeggiante e una sabbiera nelle immediate vicinanze, per fare finta di essere al mare.

Naturalmente tutti i giochi devono essere, possibilmente in legno e rigorosamente a norma di sicurezza e impiantati con requisiti che ne garantiscano la solidità. Infine, sarà utile, educativo oltre che divertente, destinare una piccola zona dove coltivare fiori e ortaggi facili da coltivare e che non richiedono particolari cure e attenzioni.

Scroll To Top