Calcolare l’Indice di Massa Corporea

Il sovrappeso è una condizione comune, si tratta di un intervallo di valori che riguardano peso e circonferenze di vari distretti corporei in cui bisogna fare molta attenzione per evitare che aumentino ulteriormente.

Il classico metodo per capire in che ambito si colloca il nostro peso corporeo è il calcolo del BMI (Indice di Massa Corporea): devi moltiplicare la tua altezza per se stessa (esempio 170 per 170 nel caso tu sia alto/a 1 metro e 70 centimetri). Quindi scrivi sulla calcolatrice il tuo peso (es. 70 chili) e dividilo per il risultano del primo calcolo.

Esistono numerosi siti che eseguono il calcolo automaticamente, devi solo inserire valore di altezza e peso. Un valore tra 18,5 e 25 è quello ottimale, mentre tra 25 e 30 sei già nell’ambito del sovrappeso. Tuttavia, questo metodo non è molto affidabile, in quanto non tiene conto di due parametri fondamentali: sei sei un uomo o una donna, e la tua costituzione fisica (ossa robuste o scheletro gracile).

Affidati a due metodi molto più attendibili, il primo è quello della circonferenza addominale. Prendi un centimetro da sarta classico, fallo scorrere a circa metà schiena e posizionalo laddove tende ad andare spontaneamente, quindi valuta la circonferenza misurata: nella donne non deve superare 80, mentre nell’uomo non deve eccede oltre i 94 centimetri.

Un’altra soluzione è quella di utilizzare una bilancia che abbia questa funzionalità. Per dettagli è possibile fare riferimento a questo sito sulla bilancia pesapersone.

Un altro metodo affidabile è la valutazione delle pliche, con il pollice e l’indice della mano cerca di pizzicare una plica sul fianco all’altezza dell’ombelico: nei soggetti con peso ottimale questa plica è piuttosto scarsa o si riesce a pizzicare appena. Con lo stesso centimetro misura la circonferenza del braccio che usi meno (se utilizzi prevalentemente la mano destra, del sinistro): valori ottimali sono di 25-28 centimetri nell’uomo e 23-25 centimetri nella donna.

Come Stirare in Modo Veloce

Certamente dopo una giornata di lavoro divisa tra figli, ufficio e marito, non è certamente una cosa piacevole rientrare a casa e trovare una valanga di biancheria da stirare, la settimana scorsa non ci siamo riuscite a smaltirla, ma questa settimana non possiamo di certo saltare nuovamente di stirare, tra l’altro c’è qualche indumento che sia a me che ai ragazzi serve quindi rimbocchiamoci le maniche e armiamoci di buona volontà per stirare.

Volevamo darti qualche piccolo suggerimento per facilitare il tuo compito ed anche sveltirlo.

La cosa principale è di posizionare la biancheria in maniera corretta sulle corde, ricorda le pinze vanno mese sempre le ascelle.

Quando rientri la biancheria dal tuo balcone, dato che trascorerrano dei giorni prima che tu possa stirarla, ti raccomando di piegarla per bene e non appollottolarla come facciamo di solito per la fretta.

Mentre stiri cerca di appiattire il tessuto con le mani con la tua sinistra, con la destra fai scorrere il tuo ferro da stiro.

Ricordati che l’appretto va spruzzato sempre sul rovescio degli indumenti.

Non passare mai il tuo  ferro da stiro sui bottoni.

Quando stiri delle camicie o abiti di seta ricordati di farlo al rovescio.

Anche gli abiti scuri vanno stirati al rovescio.

Le tshirty dei tuoi ragazzi con i disegni plastificati, bisogna stirarli  con il ferro da stiro a temperatura tiepida e al rovescio.

In questa guida abbiamo parlato di ferro da stiro, oggi però sono disponibili anche le presse, che sono ancora più veloci. Per informazioni dettagliate è possibile vedere questo sito sulla pressa da stiro. Bisogna comunque dire che i prezzi sono ancora piuttosto elevati.

Conservare il Basilico in Interno

Durante la stagione più fredda è più difficile avere a disposizione le erbe aromatiche di cui si fa spesso molto uso in estate.

Basilico, salvia e prezzemolo sono solo alcune delle piantine che, generalmente, abbelliscono il nostro balcone e insaporiscono i nostri piatti ma che, purtroppo, durante l’inverno perdono tutte le loro foglioline obbligandoci a procurarci i preparati del supermercato.

Per ovviare al problema, ecco un paio di modi per conservare queste erbe aromatiche, così da poterle gustare durante tutto l’inverno.

Il primo è sicuramente quello dell’intruglio aromatico: prendete le foglie, le lavate bene e le tritate molto finemente; riponete il tutto in piccoli sacchettini dentro in frigo e scongelateli al momento dell’utilizzo.

Il secondo, un po’ più elaborato, invece, è quello delle foglie ghiacciate: con questo sistema, prendete due o tre foglie a testa dell’erba aromatica che avete scelto, posizionatele all’interno del blister per preparare i cubetti di ghiaccio e ricopritele di acqua, posizionate in frigo e attendete fino a quando non si saranno formati dei cubetti di ghiaccio contenenti le foglie di erbe aromatiche. In questo modo avrete a disposizione la foglia intera, più facile da togliere in un secondo momento, eventualmente.

Scroll To Top