Come Eseguire la Pulizia e il Taglio del Carciofo Senza Spine

I carciofi senza spine sono una varietà particolare. Sono ottimi per essere farciti con qualunque ripieno grazie alla forma arrotondata. Si trovano al mercato insieme alle altre varietà, li puoi riconoscere anche dal colore verde uniforme, senza le tipiche striature viola di altre varietà di carciofi.

I carciofi a contatto con l’aria si ossidano. Per evitare di rovinarti le mani, e trovarle annerite per giorni, ti consiglio di lavare, prima di maneggiarli, le tue mani con molto succo di limone. In alternativa puoi utilizzare un paio di guanti in lattice. In questo caso stai attenta che siano della misura giusta perché i carciofi sono difficili da maneggiare e pulire.

Con il coltellino a punta taglia il gambo del carciofo alla base. Stacca le foglie esterne che circondano il carciofo che sono molto dure e poco commestibili e gustose. Con l’aiuto del coltello elimina gli eventuali residui di foglie che sono rimasti attaccati alla base del carciofo stando attenta a non farti male.

Pulito il carciofo taglialo in senso orizzontale per due terzi. Con l’aiuto del cucchiaino svuotalo dall’interno spinoso detto “barba” sempre delicatamente per non rompere il carciofo che va cucinato intero. Svuotato il carciofo sciacqualo sotto acqua corrente e riempilo a piacere. Se non lo cucini subito lascialo ammollo in acqua e limone per evitare che annerisca.

Come Conservare il Provolone

Il provolone è un formaggio a pasta filata, originario delle regioni meridionali dell’italia. Il provolone può essere sia di breve che di lunga stagionatura e presenta una crosta liscia e sottile, di colore giallo intenso.

Il sapore del provolone risulta essere delicato e dolce, fino ai due o tre mesi di stagionatura, mentre poi diventa più piccante man mano che aumentano i mesi della stagionatura.

Come ogni altro formaggio, il provolone deve essere conservato in frigorifero facendo attenzione ad avvolgerlo bene con la carta argentata o con la pellicola per alimenti.
Bisogna tenere presente che, dato il fatto che il provolone presenta un sapore e un odore piuttosto forti, deve essere tenuto lontano da altri alimenti e deve essere avvolto da solo e non insieme ad altri tipi di formaggio.
Nel caso in cui si presentino, sul provolone, delle macchie di muffa, bisogna subito tagliarle via, in modo che queste non rovinino tutto il resto del pezzo del formaggio.

Per una conservazione più lunga è possibile utilizzare una macchina sottovuoto. In questo modo faccio è possibile prolungarne la durata e poi suddividere il formaggio in quantità tali da utilizzare nel giro di qualche giorno.

Per una consumazione ideale di questo tipo di formaggio, è preferibile togliere il provolone dal frigorifero 1 o 2 ore prima di servirlo, e assaporarlo così a temperatura ambiente.

Per quanto riguarda le proprietà nutritive di questo formaggio, il provolone è un’ottima fonte di calcio: in 100 gr di prodotto, infatti, sono contenuti 26 gr di proteine e 881 mg di calcio.
Il provolone contiene inoltre la vitamina a e il potassio. E’ importante sottolineare che 100 gr di provolone forniscono 366 calorie circa, e inoltre che esso contiene il 29 % di grassi e 860 mg di sodio.

Come Conservare Estratti e Succhi di Frutta

Gli estrattori e le centrifughe sono dispositivi ormai diffusi in tutte le case.
Nonostante le differenze tra i due strumenti, relativamente a cui è possibile leggere la guida presente su Estrattorisucco.net in questa pagina, il problema è sempre quello di conservare i succhi ottenuti.

Il problema principale è la perdita di sapore che si ha durante la conservazione del succo. Risulta quindi importante capire in modo che il succo può essere conservato in modo che mantenga il suo sapore e le sue proprietà.

Per fare durate un succo è fondamentale conservarlo al fresco, al buio e al riparo dall’ossigeno.
Le prime due cose sono semplici, per conservare un succo al fresco e al buio basta metterlo in bottiglie di vetro scuro da conservare in frigo.

Più complicato risulta essere rallentare l’ossidazione, proteggendo il succo dall’ossigeno.
Il primo metodo consiste nell’utilizzare i tappi da vino sottovuoto. Dopo avere inserito il succo nella bottiglia, bisogna mettere il tappo di gomma e, utilizzando l’apposita pompetta, aspirare l’aria. Una volta fatto questo, è possibile conservare la bottiglia in frigo.

Il secondo metodo è più costoso e consiste nell’utilizzare un gas inerte all’interno della bottiglia. Come prima cosa, bisogna inserire il succo all’interno della bottiglia. Una volta fatto questo, è necessario spruzzare l’argon, che è il gas inerte più facile da reperire, sul succo e chiudere la bottiglia con il suo tappo. L’argon è un gas più pesante dell’aria e si stratificherà sopra il succo impedendo all’ossigeno di entrare a contatto con questo.

Come Preparare Zucchine con Menta e Basilico

La ricetta che vi voglio preparare oggi riguarda la preparazione di un’insalata saporita e gustosa, perfetta per accompagnare la vostra estate con leggerezza e gusto:l’Insalata di zucchine alla menta e basilico.

Per la realizzazione di questa ricetta ho utilizzato solo ingredienti freschi, come le erbe aromatiche appena colte dal giardino e le zucchine acquistate la mattina stessa presso il mio fruttivendolo di fiducia.

Ingredienti
zucchine, 4
feta, 100gr
basilico, 6 foglie
menta, 6 foglie
sale, pepe, olio

Tempo di preparazione: 30 minuti

Preparazione:
Iniziamo la nostra ricetta partendo dalle zucchine: dopo averle accuratamente lavate sotto un geto di acqua corrente, privatele di eventuali macchioline esterne, quindi spuntatele e tagliatele in fettine molto sottili (circa un paio di millimetri). Se necessario, affidatevi all’aiuto di un’affettatrice.

Dopo aver formato tante fettine sottili, riponetele in una ciolina insieme a cinque cucchiai di olio extra vergine di oliva, un pizzico di sale e pepe e le foglie di menta e basilico che avrete precedentemente pulito. Lasciate a marinare il tutto per una mezz’ora circa.

Nel frattempo prendete il formaggio e tagliatelo a cubetti molto piccoli, di circa un centimetro per lato, quindi mettete da parte in un piatto da portata.

Trascorso il tempo indicato per la marinatura, aggiungete nella ciotola i cubetti di feta e messcolate bene il tutto, in modo da amalgamare al meglio gli aromi. Servite immediatamente.

Come Preparare Insalata di Quinoa

La ricetta che vi voglio proporre oggi riguarda la realizzazione di un piatto unico semplice e velocissimo da preparare: l’insalata di quinoa con feta e menta, pronto in pochi minuti è perfetto da gustare anche freddo soprattutto durante queste giornate estive così calde e afose.

La quinoa è una pianta erbacea annuale di origine sudamericana che si può cucinare come un normale cereale. Questo alimento è stato considerato come una delle colture più promettenti del futuro secondo la FAO.

Ingredienti
Quinoa, 150gr
Feta, 100gr
Menta, 6 foglie
Sale, pepe, olio

Tempo di preparazione: 20 minuti

Preparazione
Iniziamo la nostra ricetta partendo dalla quinoa: dopo averla risciacquata sotto un getto di acqua corrente, mettetela a rosolare in un pentolino con un paio di cucchiai di olio extravergine di oliva per un paio di minuti. Aggiungete poi tre bicchieri di acqua bollente e procedete con la cottura finché non si sarà abbastanza ammorbidita.

Nel frattempo procedete con la preparazione del condimento: in una ciotola riponete un paio di cucchiai di olio, un pizzico di sale e pepe e le foglioline di menta intere che avrete precedentemente lavato e asciugato con un panno pulito.

Quando la quinoa avrà raggiunto il livello di cottura preferito, scolatela e riversate il tutto all’interno di un piatto da portata. Conditela poi con l’intruglio a base di menta e ci il formaggio feta tagliato a cubetti non più grandi di un centimetro per lato.

Fate riposare la vostra insalata almeno per una decina di minuti, in modo che prenda il gusto e servite subito, altrimenti riponete in frigo fino al momento del consumo.

Scroll To Top